Cip Cip! Eccomi.

Con questo passerotto voglio porgervi un caro saluto.

Siamo tutti colpiti da questo tsunami, un evento che non comprendiamo, che ci colpisce, chi un modo chi in un altro, nella nostra fragilità.

Certo, parliamo di fragilità, di spavento, di paura per una cosa nuova. Che ci mette in pericolo.

Il nuovo, ciò che non si conosce, fa sempre paura.

Ma, come dice il prof. De Plato: la paura è un giusto allarme che ci allerta e ci aiuta ad attivare le nostre conoscenze per difenderci, con l’aiuto della ragione, senza che l’emozione della paura si dilati a tal punto da danneggiarci”.

Per fortuna, attraverso la tecnologia, abbiamo modo di comunicare con gli altri, anche se in modo diverso, per sopperire alla distanza fisica.

E speriamo che, attraverso la solidarietà, riusciamo ad attivare quei canali di aiuto reciproco che ci permetteranno di affrontare insieme un momento così difficile.

Con l’augurio che finisca presto

Sandra

Eventi & Mostre artista Sandra Senni...

Cip Cip! Eccomi.

Con questo passerotto voglio porgervi un caro saluto. Siamo tutti colpiti da questo tsunami, un evento che non comprendiamo, che ci colpisce, chi un modo

Cosa bolle in pentola?

A parte la marmellata, questa volta di prugne tardive! In libertà e fra il verde mi sono aperta al sole e ne ho catturato l’energia