«Ed ecco che il pennello, quasi un direttore d’orchestra impazzito, li mescola accanitamente sul foglio di carta...»
– Sandra Senni

Eventi & Mostre

Sandra Senni: artista delle emozioni

«L’acquerello nasce prima nella mia testa. Solitamente lo spunto arriva dagli oggetti che mi circondano: anfore, vasi,  stoviglie   o barattoli, frutta , fiori oggetti che rimandano ad un mondo di affetti familiari

I fiori recisi hanno una vita molto breve e, se penso  all’amore di chi li ha nutriti, di chi si è “preso cura”, o di chi me li ha donati, vorrei immortalarli. Diciamo che ho verso questa ricchezza multicolore, dalle infinite sfumature, che la natura ci offre,  uno sguardo amorevole.

Sandra Senni pittrice

E spesso sono loro che, dopo essere stati osservati, anche toccati, mi chiamano.

Ed ecco che il mazzo di fiori,  osservato lungamente con intensità e calma, si realizza velocemente».

Eventi & Mostre

Sandra Senni: artista delle emozioni

«L’acquerello nasce prima nella mia testa. Solitamente lo spunto arriva dagli oggetti che mi circondano: anfore, vasi,  stoviglie   o barattoli, frutta , fiori oggetti che rimandano ad un mondo di affetti familiari

I fiori recisi hanno una vita molto breve e, se penso  all’amore di chi li ha nutriti, di chi si è “preso cura”, o di chi me li ha donati, vorrei immortalarli. Diciamo che ho verso questa ricchezza multicolore, dalle infinite sfumature, che la natura ci offre,  uno sguardo amorevole.

Sandra Senni pittrice

E spesso sono loro che, dopo essere stati osservati, anche toccati, mi chiamano.

Ed ecco che il mazzo di fiori,  osservato lungamente con intensità e calma, si realizza velocemente».